E’ il momento migliore per prendere un prestito. I tassi di interesse sono ai minimi storici e forse mai nella nostra vita vedremo condizioni migliori per chi ha bisogno di indebitarsi, ad esempio per comprare casa. Addirittura l’Euribor, cioè il parametro sulla base del quale si calcolano i tassi variabili, è in questo periodo negativo e pertanto i finanziamenti a rata variabile sono al momento regolati ad un tasso di interesse inferiore allo spread concordato (e controllate che sia così, perché se con l’Euribor negativo vi applicano l’intero spread avete diritto ad un tasso inferiore, dato dalla somma algebrica dello spread e dell’Euribor negativo: per es. con lo spread all’1,50% e l’Euribor a –0,10% non vi dovrebbero applicare il tasso dell’1,50%, bensì quello inferiore dell’1,40% risultante dalla differenza tra spread ed Euribor negativo). Insomma in questo momento è molto vantaggioso chiedere un prestito (ad es. un mutuo) alla propria banca per finanziare l’acquisto di un bene, che può essere la casa di abitazione o comunque un immobile per fini di investimento (in modo da ripagare con l’affitto la rata del muto e, cosa di non poco conto, contribuire anche al riavvio del mercato edilizio e con esso del sistema economico). Rimane però il problema di sempre: qual è l’importo massimo del mutuo compatibile con il mio bilancio familiare? Cioè: qual è la rata che il mio reddito familiare può sostenere mettendomi al riparo da spiacevoli sorprese in futuro? Per rispondere a queste domande e conoscere l’importo del mutuo e della rata mensile che mi consentano di rimborsare senza difficoltà gli impegni finanziari assunti con la banca, abbiamo realizzato il programma che trovate a fondo pagina.